Ecommerce biciclette
Chi siamo | Dove siamo | Contatti

ZTL-bici | Biciclette e accessori
via Val di Lanzo 151-153, Roma
tel. 06.88327105 - 349.6825953

Alla faggeta dei Cimini

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Sabato 21 luglio – Alla faggeta dei Cimini

https://www.bikemap.net/en/r/4542323/

In modo del tutto estemporaneo decidiamo con Luca di farci un giretto di sabato pomeriggio.

Io volevo usare la mia Saetta e dovevo poi andare alla Bicoca mentre Luca voleva provare la sua Wilier in “assetto” viaggio con le borse da “bike packing“.

In modo ancor più occasionale si è aggiunto Paolo con la sua Brompton S6E.

Siamo partiti all’altezza di San Martino sulla SP 39 Valle di Vico che insieme alla Cassia Cimina compie il giro superiore del lago di Vico.

I primi km sono in ombra e in totale discesa: stare sotto i 40km, anche volendo, è praticamente impossibile, poi un tratto di pianura costeggia gli stabilimenti ed i bar (Punta del lago) utili per chi va a farsi un bagno.

Arrivati ad un bivio si svolta a sinistra sulla Cimina in direzione Viterbo/Soriano, qui la strada inizia a salire mai dura tranne un km verso la fine dove ad occhio si sta intorno all’8%.

Nel frattempo si è rientrati all’ombra dei tanti alberi e si arriva ad un ulteriore bivio. Il giro del lago è quasi completo, la macchina a questo punto dista 5km e Paolo, al suo primo giro extracittadino e con la Brompton, decide di raggiungerla.

Luca ed io decidiamo invece di salire alla faggeta, luogo fresco e molto bello; si scende un po’ verso Soriano/Canepina e, dopo un paio di bivii, si svolta a sinistra.

Sono 5km ma i primi 2 sono quasi in discesa, si arriva ad una costruzione tipo ostello/foresteria e c’è una fonte dove poter bere (lo facciamo!).

Poi inizia la salita, tipo il 6-7% per 2km e poi l’ultimo sul 10%.

Nel frattempo al piazzale su ci ha raggiunto Paolo con la macchina e, parecchio soddisfatti, ci scoliamo una biretta e mangiamo qualcosa.

Dopo una mezz’oretta di riposo rinforchiamo le bici e , facendo la strada al contrario, torniamo prima sul bordo del lago e poi alla macchina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.